20Righe

La politica ci appartiene. Facciamola nostra.

Chi sono

Questa pagina rischierà seriamente di farmi venire delle crisi d’identità!

Per iniziare, vi (e mi) risparmio la linea cronologica della mia vita.
Dire chi sono come se fosse un tema con inizio e svolgimento appiattirebbe il racconto di qualunque magnifica esistenza.
 E visto che la mia è oltretutto un esistenza abbastanza normale…

Ma non credo di essere neanche quello che faccio o che ho fatto.
Raccontarmi come una serie di attività rischierebbe di non mettere in adeguata luce il mio piacere nel dormire e la mia sonnecchiante
 pigrizia. Anche se ogni tanto qualcosa la faccio anch’io eh…

Io credo, invece, che un modo per far uscire qualcosa di ciò che sono possa essere parlare dei luoghi che in questi anni mi hanno formato, e di cui sento di portare qualcosa dentro di me.
Riassumendo la mia linea geografica, ci sono alcune città che hanno contribuito a formare ciò che oggi posso dire di essere. Queste città sono: Prato, Firenze, Bologna, Milano e Roma.

E forse, parlando dei luoghi che in questi anni credo di aver vissuto, magari parlerò anche un pò di me.

 

Il duomo di PratoPrato: Qui ci sono nato e cresciuto. In fondo non l’ho capito ancora molto bene com’è che i miei genitori (che non sono toscani ma campani) hanno deciso di venire a vivere proprio qui, giusto un anno prima della mia nascita. Ma è andata bene. L’alternativa sarebbe stata la Svizzera, che non è la scelta migliore per un nottambulo un pò dormiglione, freddoloso e ritardatario cronico come me. Il fatto che gran parte della mia vita si svolga altrove (per) adesso, non cambia e non credo cambierà mai tutto quello che questa città rappresenta per me. I miei genitori, mia sorella, gli amici di una vita, i baristi che chiamo per nome, i posti che conosco a memoria, le strade in cui non mi perdo… Tutto questo è qui. Ed ogni volta che torno da Roma e scendo dal treno, non posso far altro che respirare a pieni polmoni. E sentirmi a casa.

Il duomo di FirenzeFirenze: Eleganza. Bellezza. Atmosfera. L’impressione costante di una città che si piace. Nascere e crescere a pochi Km da un luogo di questo calibro, ha segnato una parte di me. Quando ero al liceo pensavo che l’unico motivo buono per nascere lontano da Firenze poteva essere solo quello di poterci andare in gita per qualche giorno! Avendo deciso di non studiare qui però, ammetto che oltre ai monumenti e le piazze principali conosco poco. Un gap che dovrò colmare. Forse quando smetterò di andare allo stadio e avrò qualche domenica libera in più… Eh sì, avete capito bene. Viola Alè!

Le due torri di BolognaBologna: Quattro anni intensi, è in questa città che ho avuto la fortuna di cominciare l’avventura universitaria. La vita da pendolare non mi ha permesso di stringere rapporti fortissimi, ma quello che resta impresso di questa città è la dimensione umana. Camminare sotto le logge bolognesi per me è sempre stato particolare. Bologna per me, è proprio una città da camminare. E mentre le passeggiate che mi portavano a lezione mi avvicinavano a un ambiente universitario che mi ha arricchito e aiutato a crescere, quelle che mi portavano in giro per la città mi mostravano quanto quella città fosse attiva e schietta, ma soprattuto miscellanous. Forse per il suo essere così centrale geograficamente, forse per le migliaia di studenti che la popolano e movimentano, forse per essere luogo di passaggio di tanti viaggi nella nostra penisola… Ma la varietà di questa città si sente sotto le suole delle scarpe. Ho faticato molto a sentirla mia. Ho capito quanto fosse diventata parte di me solo quando l’ho lasciata, il giorno della laurea triennale in Scienze della comunicazione

Il duomo di MilanoMilano: Non so se vale solo per me, ma in questa città è sufficiente il minimo periodo di permanenza per avere l’impressione di essere in un luogo centrale, interconnesso, in rapido mutamento. Un vero e proprio bombardamento di stimoli. Pur avendola vissuta solo per qualche settimana, c’è più di una cosa che mi lega a questa città. Il fatto che mio fratello viva qui è quella principale, e l’idea suggestiva di andare a vivere con lui e proseguire gli studi a Milano è stata, dopo la laurea bolognese, un’ipotesi che non è diventata realtà per una serie di strane casualità. Ma forse è stato meglio così. A mio fratello dico sempre: “Tu sei più milanese di me. E io sono più romano di te”. Ma al di là del fatto che la cosa ci fa sorridere perchè “Romano” è anche il nostro cognome, io credo che le cose stiano davvero così.

Che t'o dico a fà?Roma: La capitale. Maestosa e superba. Anzi. Io direi quasi ostentamente sfacciata nella sua straripante bellezza. Qui la Storia sembra vivere in ogni angolo della città. E la Storia è proprio quella maiuscola e non c’è errore, se quello che questi luoghi erano, un paio di millenni fa, ci rendono ancora oggi orgogliosi di essere legati al popolo che li ha creati e vissuti. Ho ricordi bellissimi legati a questa città, ricordi anche precedenti a quando sono venuto a viverci ormai un anno e mezzo fa. La dimensione della metropoli si sente e l’impatto è forte. Difficile a volte. Ma anche per questo, sento che concludere qui gli studi in Comunicazione d’Impresa sia stata la scelta giusta. In questa città, delle persone si respira il calore, l’umanità e tanta italianità. E poi ci vuole anche un pò di fortuna, perché non è facile incontrare persone importanti. Persone che, nel tempo, hanno avuto la capacità di farmi sentire anche qui – dove ancora mi perdo se mi affaccio nella strada accanto – un pò più a casa mia.

 

 

 

 

 

BlogginSers!

2 commenti »

  1. La tua linea geografica mi è piaciuta molto, hai dato un tono particolare a questa pagina del chi sono e sei riuscito a raccontare di te e della tua vita descrivendo delle città! Ottimo direi 😉 In bocca al lupo per il blog.

    Commento di Stakastagista | 6 giugno 2008 | Rispondi

  2. @stakastagista: grazie! questa pagina è stata la più difficle del blog! Se non altro, almeno per un pò, dovrebbe restare così com’è. Geograficamente parlando… (Crepi!)

    Commento di BlogginSers! | 7 giugno 2008 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: